Case a corte

Case a corte (1)

Probabilmente è la tipologia di edilizia domestica della famiglia patriarcale, ossia quell'unità che, attraverso un unico accesso dalla strada rappresentato da un semplicissimo portale ad arco, organizza attorno ad uno spazio aperto (la corte), le singole unità abitative, spesso un solo vano, appartenenti alla stessa famiglia.
In genere i vani hanno una superficie di 7 x 5 metri e sono coperti con un doppio spiovente a tegole; nella parte retrostante c'era quasi sempre un piccolo orto. La corte era lo spazio comune dove c'erano i depositi di granaglie, il pozzo o la cisterna, e la pila per lavare i panni. Spesso, quando il nucleo familiare cresceva, lo spazio comune si riduceva per la costruzione di nuovi ambienti.