Il palazzo dell'Ex Conservatorio di Sant'Anna è uno dei mirabili episodi architettonici eretti dalla volontà di privati che caratterizzano la città di Lecce.
Sin dalla sua fondazione, l'Istituzione del Conservatorio si stabilì nell'antica residenza della famiglia Verardi designata quale sua sede dallo stesso Berardino Verardi, nel testamento del 1679.

Pubblicato in Monumenti

Probabilmente è la tipologia di edilizia domestica della famiglia patriarcale, ossia quell'unità che, attraverso un unico accesso dalla strada rappresentato da un semplicissimo portale ad arco, organizza attorno ad uno spazio aperto (la corte), le singole unità abitative, spesso un solo vano, appartenenti alla stessa famiglia.
In genere i vani hanno una superficie di 7 x 5 metri e sono coperti con un doppio spiovente a tegole; nella parte retrostante c'era quasi sempre un piccolo orto. La corte era lo spazio comune dove c'erano i depositi di granaglie, il pozzo o la cisterna, e la pila per lavare i panni. Spesso, quando il nucleo familiare cresceva, lo spazio comune si riduceva per la costruzione di nuovi ambienti.

Pubblicato in Case a corte

Lecce, Capoluogo della provincia, è centro spirituale, culturale ed economico del Salento. La città è situata a 11 chilometri dalla costa adriatica ed a 23 da quella jonica.
Si vuole che, fondata da Malennio, figlio di Dasumno e primo re dei Salentini, 1211 anni prima di Cristo, la Città venisse, dopo la distruzione di Troia, occupata da Lictio ldomeneo che, oltre a darle il nome, vi avrebbe introdotto la cultura greca. Ma questa è leggenda e con le leggende non si fa storia.
Le origini di Lecce restano, quindi, tuttora awiluppate da un fitto velo di mistero a diradare il quale ben poco soccorrono gli antichi geografi, nei cui testi non si trovano che vaghi accenni sulla esistenza e sulla consistenza di questo capoluogo.

Pubblicato in Itinerari Salentini